Home / Articoli / Leishmaniosi cane: come riconoscerla e come curarla







Leishmaniosi cane, e’ il termine medico utilizzato per la malattia causata parassita protozoo Leishmania. Nei cani ha due diverse manifestazioni: una cutanea e una viscerale – la forma più grave di leishmaniosi.

L’infezione è acquisita quando i flebotomi trasmettono i parassiti nella pelle di un ospite. Il periodo di incubazione va da un mese a diversi anni. Nei cani, si diffonde sempre in tutto il corpo per la maggior parte degli organi; il blocco renale è la causa più comune di morte, e quasi tutti i cani infetti sviluppano malattia viscerale o sistemica. Per quanto il 90 per cento dei cani infetti avrà anche coinvolgimento cutaneo. Non c’è età, genere, razza o predilezione; tuttavia, i maschi hanno più probabilità di avere una reazione viscerale.

I principali organi colpiti sono la pelle, reni, milza, fegato, occhi, e le articolazioni. C’è anche comunemente una reazione cutanea, con lesioni sulla pelle, e perdita di peli. C’è marcata tendenza a emorragia.

È importante notare che leishmaniosi è una zoonosi, e gli organismi che risiedono nelle lesioni può essere comunicata all’uomo.

Sintomi e Tipi

Ci sono due tipi di leishmaniosi canina: viscerale e cutanea. Ogni tipo influisce diverse parti del corpo del cane.

Viscerale – colpisce gli organi della cavità addominale con grave perdita di peso, perdita di appetito (anoressia) feci bituminose (meno comuni) vomito sangue dal naso intolleranza all’esercizio

Cutanea – colpisce la pelle con ipercheratosi, e noduli o ulcere.


 

Altri segni e sintomi associati con leishmaniosi comprendono: linfoadenopatia – malattia dei linfonodi con lesioni cutanee nel 90 per cento dei casi deperimento segni di insufficienza renale – eccessiva minzione, sete eccessiva, vomito possibile nevralgia.

Diagnosi

Il veterinario cane eseguirà un esame fisico completo sul vostro gatto, tenendo conto della storia dei sintomi e possibili incidenti che hanno causato la malattia. Un profilo completo del sangue sarà effettuato, e un esame delle urine. Il medico cercherà malattie come il lupus, il cancro, e cimurro, tra le altre possibili cause dei sintomi. Saranno prelevati campioni di tessuto dalla pelle, milza, midollo osseo, o linfonodi per la coltura in laboratorio, così come aspirati fluidi. Dato che ci sono spesso lesioni sulla superficie della pelle legati, una biopsia della pelle sarà in ordine pure.

 

La maggior parte degli animali con leishmaniosi hanno alti livelli di proteine e immunoglobuline, nonché attività enzimatica alta del fegato. Per questa ragione, il veterinario dovrà eliminare la febbre da puntura di zecca come la causa dei sintomi, e verificare l’esistenza di lupus, al fine di escluderlo o confermarlo come causa.

Leishmaniosi terapia

 

A meno che il vostro cane sia molto malato, sarà trattato con un servizio veterinario in ambulatorio. Se è emaciato e cronicamente infetto, potrebbe essere necessario prendere in considerazione l’eutanasia, perché la prognosi non e’ di solito favorevole in questi casi. Se il vostro cane non è gravemente infetto, il veterinario prescriverà una dieta ricca di proteine di alta qualità, progettata specificamente per insufficienza renale, se necessario. Se il vostro cane ha noduli sarà consigliabile rimuoverli.

 

Questa è una zoonosi, e gli organismi che risiedono nelle lesioni possono essere trasmessi all’uomo. Questi organismi non saranno mai del tutto eliminati, e le recidive sono inevitabili.

 

Ci sono farmaci che possono essere utili nel trattamento dei sintomi e per affrontare la malattia. Il vostro veterinario vi consiglierà la soluzione migliore.

 

Controllo della malattia

 

Il veterinario vorrà monitorare il vostro cane per il miglioramento clinico e per l’identificazione di organismi in biopsie ripetute. Ci si può aspettare una ricaduta pochi mesi a un anno dopo la terapia iniziale; il veterinario vorrà ricontrollare le condizioni del vostro gatto, almeno ogni due mesi dopo il completamento del trattamento iniziale.

 

Vaccino leishmaniosi

Dal 2011 e’ entrato in commercio il primo vaccino contro la leishmaniosi. Trattandosi di un medicinale nuovo, la sua efficacia e’ ancora dibattuta. Chiedi a un veterinario di fiducia per maggiori informazioni